Duri i Banchi
Duri i Banchi
Duri i Banchi
Associazione Duri i Banchi

"Quis separabit"
La durezza dei banchi sarà il naufragio dell’invidia

Società Duri i Banchi

Società Duri i Banchi

"Quis separabit"

La durezza dei banchi sarà il naufragio dell’invidia

Associazione Duri i Banchi
Associazione Duri i Banchi

Amare, Beneficare, Divertirsi

Società Duri i Banchi

Società Duri i Banchi

Amarsi, Beneficare, Divertirsi

Associazione Duri i Banchi
Associazione Duri i Banchi

Una meravigliosa Storia lunga oltre 100 anni...

Società Duri i Banchi

Società Duri i Banchi

Una meravigliosa Storia lunga oltre 110 anni...

Associazione Duri i Banchi
previous arrow
next arrow

La Società Duri i Banchi, costituita a Venezia il 12 Dicembre 1903, ha lo scopo di promuovere e realizzare iniziative culturali ed assistenziali idonee a sviluppare la socialità e il senso civico intesi nelle forme più aperte ed elevate, con particolare riguardo al concetto civico di “venezianità”.

I Soci sono fino ad un massimo di 50, uomini accuratamente scelti e che si sono distinti nel mondo del lavoro per etica ed integrità; uomini generosi, volenterosi ed amanti di Venezia.

LA NOSTRA MISSIONE:

beneficare

DIVERTIRSI

Alla Società va anche il merito e l’onore di aver mantenuto in vita uno dei motti veneziani più ricorrenti e popolari tra le calli di Venezia:

Duri i Banchi!

L’origine dell’espressione “Duri i Banchi”, infatti, nasce durante l’epoca della Serenissima quando durante le battaglie di difesa o di conquista in mare, nel momento prima di speronare una nave, ai rematori delle galee veniva intimato dal ponte di comando “duri ai banchi!” per avvertirli di mollare la presa ai remi e di tenersi saldamente ancorati alle panche in vista dell’imminente impatto.

Nel tempo questo modo di dire ha lasciato il mare per approdare in nuovi contesti: nei momenti di difficoltà individuale o collettiva il motto “duri i banchi” viene usato come forma di incoraggiamento e supporto morale e sta a significare quindi, “teniamo duro insieme!”, “non molliamo la presa!”

ALCUNI MOMENTI "DURI"

NOVITA' DAL BLOG

ULTIME NOVITA' DAI SOCIAL