La Norma CamminaPubblichiamo la lettera inviata a Piero Bertoldini da un caro amico Giorgio Crovato. La lettera accompagnava un libretto fresco di stampa dal titolo “La Norma cammina”. Grazie ad alcuni appunti e pubblicazioni trovate nell’archivio del sodalizio, Crovato ha potuto ricostruire alcuni passaggi importanti della vita del nonno Giovanni. Ed ecco copia della lettera inviata:

Caro Piero, sono io che ringrazio i “Duri” per la disponibilità verso la mia ricerca storica. Come tu sai ho scritto questo libretto,”La Norma cammina”, ripercorrendo la storia del mio povero nonno Giovanni Claut, alpino, morto sul Col di Lana durante la Prima guerra mondiale. E’ passato un secolo, ma ho capito il ruolo importante della Associazione Benefica sia per il nonno sia per la nonna. Anche tu appartieni a una famiglia “foresta” come la mia, ma che ha trovato a Venezia tutta quella umanità e solidarietà che ha contraddistinto la storia della Serenissima. Come vedrai il libretto è stato scritto esclusivamente per una distribuzione familiare. Però mi ha fatto piacere questa eccezione: in verità, vista l’attenzione particolare per Alessio Da Tos, la famiglia a cui si riferiva il nonno è anche quella dei “Duri i banchi”. A presto, Giorgio Crovato