Maurizio Luxardi

da sinistra Maurizio Luxardi e Giulio Fabbri

Carissimi Duri,

siamo giunti al compimento anche di questo 110° anno, che ha visto il raggiungimento di una importante tappa del nostro Sodalizio.

Non posso nascondere che per me è stato un anno un po’ faticoso per i vari progetti portati a termine e per la conseguente responsabilità del buon esito degli stessi.

Ma alla fine, con una certa soddisfazione, mi par di poter sinceramente dire assieme a tutto il Direttivo, che ce l’abbiamo fatta e pure con un discreto risultato complessivo, viste le molteplici iniziative attuate anche nella ripresa di attività che erano state ultimamente abbandonate.

Mi riferisco, ad esempio, ad alcuni appuntamenti che avevano avuto delle battute di arresto come:

  • la Prima Vogada dell’anno con la consegna dei regali alla Casa di Riposo di San Lorenzo, che quest’anno abbiamo riproposto e che grazie all’organizzazione infallibile del nostro Cesare Folin si è confermata come riuscitissima manifestazione da non tralasciare;
  • la Degustazione dei Musetti anch’essa quest’anno ripresa merito l’ospitalità del nostro Piero Mariutti che ci ha accolto al Vega;
  • le Conversazioni a Tema, che quest’anno sono state riproposte con l’interessante lezione sui “Ducati e Zecchini della Serenissima” tenuta dal nostro Aldo Navoni.

Poi, per non perdere importanti occasioni di stare insieme, si è cercato di innovare quelle iniziative collaterali che non stavano più ottenendo grande entusiasmo e sufficienti adesioni:

  • così la Festa di Carnevale ha dato vita alla Cena con l’Assassino che viceversa ha registrato una partecipazione da “tutto esaurito”.

Comunque anche l’ ordinaria programmazione ha manifestato soddisfacenti riscontri:

  • tutti gli appuntamenti istituzionali sono stati molto partecipati (con una media intorno alle 32 presenze), ma soprattutto la Gara di Bocce ha raggiunto un’adesione da record rispetto alle edizioni passate, senza tuttavia mettere in alcuna difficoltà il nostro bravissimo ospite Giulio Fabbris;
  • per non parlare della riuscitissima Gita per soli Soci a Pedavena ben coordinata da nostro Luca Segalin.

Anche la Beneficenza quest’anno è stata ripresa e visto la nostra particolare ricorrenza, è stata incentivata con consistenti sovvenzioni sia tramite interventi diretti:

  • Misericordie d’Italia, Volontari del Fanciullo, Croce Bianca, Casa Famiglia, S.O.S.handicap

sia attraverso forme diverse di sostegno indiretto:

  • acquisto di n. 2 opere con destinazione del ricavato ad organizzazioni benefiche.

Naturalmente, la sezione di attività e iniziative più importante è stata quella concepita per sottolineare la speciale commemorazione dell’anniversario della fondazione della nostra Società e in tal senso abbiamo “sottoscritto” eventi di notevole entità come:

  • la mostra “Navi, squeri e traghetti da J. De Barbari“, allestita alla Querini Stampalia
  • il “Premio Giovanni XXIII” svoltosi presso la Chiesa di San Zaccaria.

Tali avvenimenti hanno portato un notevole ritorno di immagine alla nostra Società sia in ambito locale grazie ai numerosi articoli apparsi sui quotidiani locali, ma anche in ambito nazionale grazie alla mostra la cui notizia ha avuto risonanza sulla principale stampa italiana.

Sempre all’interno delle iniziative riguardanti la celebrazione del 110° ricordiamo anche:

  • la ristampa anastatica del libro “Duri i Banchi – Storia di una Società” che ci ha permesso di ridare vita ad un’opera fondamentale per la nostra storia
  • e la meravigliosa Cena di Gala di sabato scorso.

Un anno quindi di importanti e significativi traguardi che oltre a quanto sinora ricordato ha visto anche:

  • il consolidamento tecnico e creativo del nostro Sito web, di cui particolarmente ringrazio il nostro insostituibile Renato Bonaso anche per aver permesso di organizzare il primo Corso di approccio al computer per Soci.

Quest’anno, nel nostro sito sono stati pubblicati 51 articoli dinamici, 21 pagine statiche e 1598 foto; sono stati creati 22 link verso siti propri di istituzioni, organizzazioni e imprese di interesse ed ha registrato un totale di 3108 visite di cui 80 dagli Stati Uniti, 20 dalla Francia e dall’Inghilterra, 15 dalla Germania, 12 dal Canada, 10 dalla Spagna e 8 dalla Svizzera.

Con contenuti della Società, sono state inviate 271 mail e ricevute 291.

Le circolari inviate ai Soci sono state 31.

Infine, una piccola nota per ricordare che siamo stati presenti in momenti particolari vissuti da nostri consoci per situazioni tristi (e il mio pensiero va a Bruno Cuogo) o per vicende personali difficili (e mi riferisco a Aldo Navoni che dopo un travagliato periodo di riflessione, ha deciso di lasciare la nostra Società).

Concludo, ringraziando ogni singolo Duro perché quanto è stato realizzato è stato possibile solo grazie all’appoggio che ho sempre sentito vivo e forte da parte di tutta la Società e permettetemi infine di formulare a tutti Voi, alle Vostre famiglie ed alle Vostre attività un sincero augurio di prosperità per il nuovo anno.