R: E’ con grande orgoglio che, durante il nostro incontro per questa breve ma intensa intervista, Pierluigi esordisce con:

P: Sono DURO dal 1992, e fino ad oggi ho presentato 7 DURI.

R: Di fatto ribadisce che ha contribuito in modo concreto alla formazione di questo gruppo di amici prima che di soci.

P: Amo il mio lavoro che mi ha permesso di conoscere un po’ di mondo e di frequentare persone meravigliose.

Mi piace ascoltare la musica, specie la lirica, una passione questa trasmessami da mia madre che è stata un famoso soprano.

Amo la buona tavola e amo la compagnia di persone sincere e non disdegno, alla sera prima di andare a casa, di soffermarmi al bar a bere uno spritz rigorosamente al “Bitter”.

La mia più grande gioia è organizzare ogni anno 2 cene con i 20 amici con i quali ho condiviso gli anni della mia gioventù.

R: E’ come un fiume in piena si susseguono gli appunti sulla sua vita raccontati tutti d’un fiato. Pierluigi, diamoci un ordine, cominciamo dall’inizio.

P: Nasco a Venezia il 6 aprile 1936. I miei studi si concludono all’Istituto Tecnico Commerciale “Paolo Sarpi”, dove mi sono diplomato nel 1955 con ottimi voti. Sono entrato subito nell’azienda paterna “Legnami Bagarotto”, fondata da mio nonno nel 1875, subentrando a mio padre nella conduzione dell’azienda che tutt’ora dirigo in qualità di socio accomandatario. Nella vita associativa del mio settore sono stato per 10 anni, dal 1987 al 1997, Vicepresidente Nazionale della Federazione Nazionale Commercianti Legno ed ancor oggi faccio parte della commissione per l’interscambio commerciale fra Italia e Austria e, nel 1991, ho ricevuto un alto riconoscimento dalla Fiera del Legno di Klagenfurt: l’Abete d’Oro, che viene assegnato ogni anno ad un operatore economico italiano che si è distinto per operosità e correttezza.

Dalla Confcommercio ho ricevuto, nel 1986, la medaglia d’oro per i 30 anni di vita sindacale.

Dal 1979 sono perito della Camera di Commercio e del Tribunale, per il quale ho svolto l’incarico di CTU (Consulente Tecnico d’Ufficio) in numerose cause.

Dal 1964 sono socio della Lunatica Benefica, della quale sono stato Presidente; dal 1976 faccio parte dell’Arciconfraternita San Giovanni Evangelista e sono Cavaliere di San Marco dal 1999.

Sono stato consigliere della Società sportiva Reyer negli anni ’60, in cui la squadra di basket militava in serie A1, e vicepresidente del Circolo Motonautico Veneziano, dal quale nel 1988 ho ricevuto una targa d’argento, quale riconoscimento dell’attività svolta.

Nel 1988 ho organizzato la Conferenza Europea dei legnami resinosi alla Fondazione Giorgio Cini, dove sono intervenuti i presidenti delle federazioni europee dell’industria e del commercio del legno e il Ministro Ferrari Aggradi, ricevendo da quest’ultimo una targa d’oro per la brillante organizzazione.

R: Arrivati alla fine Pierluigi è sintetico, quasi sbrigativo, il Duro l’amico che si sofferma volentieri sullo “star bene assieme” con un ultimo consiglio:

P: Ritengo che alle cene dei DURI, una tavolata unica non permetta di fraternizzare fra di noi; meglio sarebbe fare tavole da 8, cambiando ogni volta le persone al tavolo.

DURI ! da Pierluigi Bagarotto.