Un’aula didattica della Casa Famiglia San Pio X° alla Giudecca

Venerdì 25 ottobre 2019 per il Duro Renato è stata una data da ricordare. Ma sono convinto che anche per il presidente Daniele e per il Duro Giuseppe questa giornata ha toccato il cuore. Un evento importante per tutta la Duri i Banchi che ha nel suo orgoglioso motto anche il “verbo” Beneficare.

Tutto nasce prima dell’estate, come Società veniamo contattati da Isabella Spinelli a partecipare alla presentazione di un progetto pensato e costruito per la Casa Famiglia San Pio X della Giudecca, aperto anche ai bambini esterni alla Casa. L’incontro avviene in una caldissima giornata nello studio del presidente Roberto Scarpa ed Isabella subito ci racconta: “Da quasi dieci anni mi occupo di infanzia. Ho lavorato sia con i bimbi piccoli sia con gli adolescenti e la cosa che mi ha interessato maggiormente è vederli felici. In un mondo che corre troppo, dove fermarsi sembra non sia più concesso, mi sono sempre posta l’obiettivo di offrire a questi ragazzi dei momenti di svago che dessero loro non solo un senso costruttivo ma anche gli facessero stare bene, Semplicemente bene e da questo è nato il progetto “Pam Pam d’oro ” con Veronica Canale. Quando sono entrata a Casa Famiglia, ho osservato le mamme e ho capito che avevano diritto, loro e i loro figli, di essere comunque felici, spensierate, di vivere il loro essere genitore in libertà. La musica in questo dà una forte mano: fa sentire liberi, ci fa sentire il più naturali possibile. Permette di trovare quell’intimità, quella complicità che ci dovrebbe essere tra una mamma e il suo bambino. ” A volte le parole non bastano. E allora servono i colori. E le forme. E le note. E le emozioni.”  A questo punto il presidente Scarpa ci presenta il progetto: l’apertura di due laboratori, uno di musica ed uno di arte, per bambini e ragazzi. Sono stati previsti più livelli di approfondimento per ogni corso con un investimento importante ma con un obiettivo ancora più ragguardevole.

Alla prima occasione di incontro con i Soci viene illustrato il progetto ed il relativo budget di spesa, approvato dai Duri all’unanimità.

Insegnanti laboratori didattici

Ed eccoci oggi, a pochi mesi dal primo incontro, invitati da Gianna Masi, Responsabile della Casa Famiglia, ad essere presenti a questo importante momento che segna l’inizio dei due laboratori di Arte e Musica, quest’ultimo curato da Veronica Canale seguendo la teoria dell’insegnamento di Edwin E. Gordon. Ci troviamo in una bella aula con la signora Elena, responsabile del “Centro per l’Infanzia”, e con i bambini e le mamme, il team degli insegnanti e dei collaboratori ed i tre rappresentanti della Duri i Banchi.

Gianna Masi

Gianna prende la parola e legge un saluto del presidente Scarpa, impossibilitato ad essere presente in quanto fuori città.

“Gentilissimi presidente e soci della Duri i Banchi, mi scuso per non essere qui con voi ma un impegno di lavoro non mi ha permesso di condividere questo importante momento che è stato reso possibile dalla vostra generosità.

Se è vero, come è vero, che “chi salva un bambino salva il mondo” credo che voi oggi questo abbiate fatto.

Il bambino ha dentro di sé il futuro e l’attesa; l’infanzia sembra custodire una potenzialità dell’umano: il bambino può ancora diventare qualcosa, può essere qualcosa che noi non siamo o non siamo stati.

Dentro la “dimensione bambino” sembra essere custodita un’esplosione del senso della vita umana che dobbiamo salvaguardare se vogliamo salvaguardare la nostra umanità.

Con gli anni dentro a questa Casa così fragile ma piena di Speranza abbiamo imparato che far crescere il desiderio del bambino, non significa proiettare su di lui i nostri desideri, ma capire verso dove si può espandere la sua potenzialità, e far crescere allo stesso modo la sua responsabilità.

Allora, assieme all’attenzione per la donna che Casa Famiglia coltiva da 110 anni abbiamo voluto concentrarci ancora di più con questo Centro per l’Infanzia “Oltre Le Nuvole” all’attenzione per il piccolo, per i bambini e le bambine, per quelli che sono intorno a noi e per quelli che sono un po’ più distanti da noi, ma che rappresentano comunque il nostro futuro.

Non sapremo mai come ringraziarvi, lo facciamo con i sorrisi dei bambini che oggi incontrerete.

Con stima e grande riconoscenza.

Roberto Scarpa – Presidente Casa Famiglia San Pio X”

A questo punto siamo stati tutti toccati dalle parole del presidente Scarpa ed abbiamo avuto conferma della cosa giusta che avevamo fatto, una grande cosa con un piccolo gesto; forse dovremmo rivolgere più spesso la nostra attenzione ai più piccoli, ai giovani tutti che sono il nostro futuro.

Renato.